Archive for febbraio 2005

27 febbraio 2005

Surfing: Ginevra di Marco – La Buona Fortuna

 Camminare piano dentro i miei sogni. In silenzio ascoltare placidi sorrisi. Confondersi con la camminata lenta di certi turisti. Io con il naso all’insù. Girare piano facendo attenzione a non perdere il giusto battito del cuore. Uniformarsi allo sciame. Consapevolmente essere diversa. Sentire la gioia seduta su una poltroncina rossa. Immersa fra pagine nuove che sanno di buono. Lenta ricerca della via giusta per uscire, e pannelli di vetro e uno stemma a forma di cuore. Un kebab non troppo piccante. E camminare su antiche pietre.

E stare così bene che mi sembra di sognare e invece è solo una giornata facendo niente di particolare.

La bellezza è nelle cose semplici.

Annunci

25 febbraio 2005

Parole semplici, colori, sapori, attenzione ai particolari, sfumature, forme, profumi, suoni, melodie, contatti,  sensazioni.

Non dimentico niente.

 

24 febbraio 2005

Son due giorni che nevica e che io saltello come un fringuello ( che poi i saltelli Fringuellano?) ed è tutto bianco e io guardo sempre la finestra e sono felice e la mattina quando mi alzo vado alla finestra e  faccio TATAN e la neve fuori c’è davvero e a me mi garba proprio parecchio.

Stamani sono venuta a lavorare con la mia Gippe e si sà che la mia Gippe è un cavallo indomabile anche quando c’è la strada normale.. figuriamoci mentre nevica e la strada è ghiacciata e io saltello dentro dalla felicità.

Sono andata al solito bar a fare colazione , ho preso il soltio cappuccio e la solita pasta .. mi son messa seduta a leggere i giornale e la prima pagina della Nazione di Arezzo riportava il seguente titolo:

STATEVENE A CASA

Mhò.. a me un mi sembra tanto normale.. poi fate voi..

23 febbraio 2005

 

Stazione Sciistica Alpe di  FATABUGIARDA

Bollettino Meteo:

Neve in aumento, temperatura esterna 0 gradi.

Previsioni per oggi:

Neve in aumento.

Situazione degli impianti:

Tutti gli impianti aperti,120  km di piste agibili.

Situazione Rifugi:

Aperto,si accettano prenotazioni entro le 10.30.

Cucina espressa direttamente dalle mani della Fata.

Costo giornaliero:

Oggi a ufo.

 

Si avverte i gentili navigatori che oggi è aperta la stazione sciistica Alpe di  FATABUGIARDA

Ci scusiamo per la repentina riapertura ma a ieri sera non c’era dato di sapere che la notte ci avrebbe portato un così apprezzato dono.

Le piste sono state battute e sono in perfetto stato. Vi consigliamo di effettuare il giro Panoramico    La via delle Fate  che vi permetterà di apprezzare la bellezza della zona attraversando piste di media difficoltà con possibilità di sosta in angoli veramente unici.

 

La direzione consiglia vivamente una sosta al rifugio, ma siate lesti a prenotare perché i posti a disposizione non sono illimitati. ( e poi vi tocca arrangiavvi coi panino freddo portato da casa )

 

Menù del Giorno rifugio  “ Da FaTaBuGiArDa “

 

Antipasti misti della casa con crostini e affettati tipici dell’Alpe ( compresi crostini salsiccia e stracchino )

Zuppa di Zucca gialla e Pancetta con Pane aromatizzato all’olio d’oliva di Montegonzi

Crespelle della Fata ai Funghi Porcini di Mamma Fatabugiarda

Maltagliati della Fata al sugo di Coniglio

Roast Beaf in Olio d’Oliva aromatizzato alla salvia e ramerino

Arrosto Girato di maiale di cinta Senese dell’Alpe

Costolette D’agnello cotte alla Maniera della Fata aromatizzate con ramerino e bacche di ginepro.

Insalate miste raccolte dalle gentili mani della Fata

Formaggi dell’Alpe

Frutta di stagione

Panna cotta della Fata

Tiramisù della Fata

Torta al cioccolato della Fata

Vino: Ampia scelta di vini TOSCANI  ( i migliori )

Spumanti  Vinsanti e Grappe del Luogo

 

Vi auguriamo una piacevole giornata nella nostra stazione sciistica

 

Alpe di  FATABUGIARDA

22 febbraio 2005

E’ strano quando di notte sogni, e poi ti svegli e ti riaddormenti.. e risogni ancora lo stesso sogno da dove lo avevi interrotto..  Stanotte mi è capitato per due tre volte..non ricordo bene.. Forse un po di tensione per questa giornata con molte scadenze e aspettative. Alla fine mi sono alzata sorridente, ho controllato e la neve non c’era. Ieri sera nevicava tantissimo a un certo punto. E io studiavo davanti al camino, con i legni un po umidi che scoppiettano e cantano.  

Stamani canto dentro me una canzone che amo molto.  Sogni che si mescolano con i sospiri.

E’ una giornata
senza pretese
e non ci succede
una volta al mese
Stiamo qua
abbracciati
ad aspettare la sera
e se mi guardi
io non ti vedo
ma mi ricordo
del nostro amore
stiamo qua
messi qua
ad aspettare la sera… ( V. Capossela – Una giornata senza pretese )

In bocca al lupo  ( Crepi  )

21 febbraio 2005

Ben Harper – Plese Bleed

Cielo nuvolo, freddo e lieve pioggerellina.. uno di quei cieli grigi bianchi con le nuvole tonte e disegnate. Guido veloce verso la posta. La mia macchina è abbondantemente sabbiosa, dai vetri laterali riesco a malapena a vedere. La musica rimbalza dentro ad un volume relativamente alto. E io canto.

please bleed
so i know that you are real
so i know that you can feel
the damage that you’ve done
who have i become
to myself i am numb

La ascolto nella versione di Live from Mars .. è la 5 del cd 2. Sono un paio di giorni che ho la fissa con questa canzone .. L’ho cantata per tutto il giorno ieri mentre sciavo.. Faccio sempre così quando mi piace una canzone.. la ascolto all’infinito..  Arrivo alla posta [ oh cazzo mi sono dimenticata in ufficio il fogliolino per ritirare il pacco! ]. entro dentro con la faccia già impostata a tonta [ ho dimenticato l’avviso ]. Lei fruca, lei lo trova. Lei me lo dà.

E’ una busta di media grandezza, di quelle che ha dentro quei cosini che si schiacciano. Edizioni clandestine. Anche solo il nome mi piace troppo. Apro. Ci sono i due libri e un’opuscolo con tutte le pubblicazioni della casa editrice.

E’ strano .. è strano comprare un libro così.. si saltano tutta una serie di passaggi.. Non c’è il contatto della mano sulla carta, tutte le sensazioni derivate dal suo profumo.. Non puoi leggere le prime pagine.. o lasciare che le pagine ti scorrano veloci fra le dita.. Tutta una serie di piacevoli miei vizi che mi vengono a mancare. Ma qui da me non c’è una libreria.. e purtroppo bisogna che io scenda a compromessi a volte.

Infilo i libri in borsa, vado veloce a casa e mi metto sul divano. Tolgo gli stivali e il giubbotto in un attimo, e non c’è nessun dubbio.. scelgo quello di poesia.

Mi stendo sul divano. Fuori piove ed è freddo. Dentro c’è caldo e sei finalmente nelle mie mani.

Ecco, è così che sei entrato nella mia vita, Stefano.

E’ strano. Perchè lui non è un personaggio irraggiungibile. Ma un ragazzo che ha un blog su splinder. Uno che mi ha lasciato un messaggio un giorno sulla mia pagina.  Uno che mi ha incuriosito con brevi scambi di messaggi.. terminati poi a causa di un formaggio.. [  😉  ]. E’ strano , perchè potresti allungare la mano e toccarlo. Lui è lì. Come me. Come c’è scritto nella prefazione: Questo libro bisogna viverlo.. per poi descriverlo. Io nn l’ho vissuto, non ancora. Per ilmomento mi tocca lasciarlo. Ma . Lui sta li nel mio termosifone, al caldo. In attesa di me.

E adesso mi faccio un piatto di tagliatelle al tartufo.. che ne ho proprio voglia. Stasera staremo a vedere, con calma.. con calma

21 febbraio 2005

 Non ho capito bene il meccanismo.. ma:

A Lucca Nevica

A Livorno Nevica

Praticamente nevica in tutta la Toscana..

[e a Montevarchi c’è il sole]

MAINZOMMAA!

20 febbraio 2005

Surfing: Interpol – Length Of Love

Due giorni all’ombra di boschi di pini e profumo di abitanti del piccolo popolo avvistati in incontri ravvicinati. Fate degli ascensori con piedini felpati e Folletti della funivia che narrano di alfabeti elfici. Adorabili visioni che fanno sorridere i miei occhi da dietro lenti gialle. Nevica stamani e la mia anima scivola leggera su neve croccante. Riga nera che disegna paraboliche veloci cantando. E’ una della giornate di sci più belle che io posso ricordare. Tutto è perfettamente perfetto. Il giusto ritmo , la giusta visuale. Scivolo veloce e poi mi fermo d’improvviso alzando nuvole impalpabili. Sorrido, corro ancora via veloce. Mi sento un po come il mio gatto quando gli prendeva il matto e cominciava a correre in casa all’impazzata per poi fermarsi improvvisamente e controllare con aria sospetta se qualcuno aveva notato la sua mattisia. Salterei e urlerei di gioia per queste sensazioni che provo che riempiono il mio cuore e lo fanno cantate soave.

Sto bene, anche il fiato sembra tornato e non tossisco più. Sto bene finalmente.

18 febbraio 2005

 

Questo mi fà impazzire..

18 febbraio 2005

Surfing: Bandabardo’ – Mojito Football Club  – Finaz drom

Ieri sera in piscina, Davi e il Fattore che nuotano e ridono.. La Pocina che fà gli esercizi.. Il Pocino che la spia e nemmeno troppo di nascosto..  La Pezze che prova l’attrezzatura nuova e il Pezze che dichiara di essere pronto per partire per Cuba.. E poi tutto il resto del gruppo.

Sono felice in questi momenti. Tanto.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: