Archive for ottobre 2007

31 ottobre 2007

Lieto Fine?
Si, qualcosa del genere 😀

E ORA NON CI RESTA CHE ATTENDERE I BAMBINI DI MERDA!!

 

31 ottobre 2007

Oggi è il giorno di Hellouin.
Non hallowin e e nemmeno allouin.
Proprio Hellouin.

La notte degli spiriti? Qualcosa del genere.
Per me è la giornata della fifa assoluta.
I mostri sono digià in modalità on.
Modalità on a dumila.

Ieri sera a casa mia c’è stata la vera festa di Hellouin. E la cosa che mi spiace molto è che non c’erano i bambini di merda.
Anzi la cosa che mi spiace è che stasera, quando verranno i bambini di merda non ci sarà Paolo.
Sinceramente la risata mostro di Paolo che accoglie i Bambini di Merda sarebbe stata una cosa parecchio bellina da vivere.
L’anno scorso i Bambini di Merda si sono beccati il torrone scaduto [scherzetto], quest’anno c’era un panforte, sempre scaduto, ma quello è toccato appunto a Paolo. Dice che sapeva solo di cannella.
Paolo è un tipo megalomane. Ha smesso di leggere il mio blog perchè non parlo più di lui.
😀

 

 

30 ottobre 2007

I colori delle foglie, in questi giorni sono una grande consolazione.
Ieri mentre andavo a Castiglion Fibocchi mi sono fermata al ponte del Romito ed era uno spettacolo.
Sono giorni così, pieni di detriti che si depositano, che increspano le situazioni rendendo tutto più torbido.
E tremendamente colorato e vivo nelle percezioni.
Passerano, continuo a dirmi.
E ripenso a tutte le volte che mi è andata bene. Sperando in un ennesimo lieto fine.

29 ottobre 2007

Imparare la differenza fra paura e terrore non è edificante.

27 ottobre 2007

Infine ho rotto la dieta.
Non avrei mai pensato di poter diventare così dipendente dal sushi.
Invece è così. Sento proprio il richiamo.
E allora parto e vado.
Mi siedo e il primo pezzo che mangio è in assoluto il migliore.
Oggi il primo che ho mangiato è stato questo.
Il sapore della salsa di soia prende possesso della mia bocca.
Con gli occhi guardo, con le mani prendo.
E’ una questione di attimi. Decisioni veloci.
Colori.
Gola.

All’inferno mi sbattono sicuro fra i golosi.
Sono ingorda, io.

Sushi Foto Set

27 ottobre 2007

Festa della Creatività Secondo Round

Questo concerto fantasma degli After è stato uno spettacolo.

Che goduria.

Sarcasmo modalità on.

Ma vuoi metter Blade Runner Rock?

26 ottobre 2007

Festa della Creatività.

Mi lavo i capelli.
Il discorso è che mi sono di nuovo tagliata la zazzera.
Lo sò che tutte le volte, poi,  mi riprometto di non farlo, virgola, ma da quando sono diventata secca e fica ho dovuto cedere. Hahahahha sarcasmo.
Insomma. Sono andata dalla parrucchiera dicendogli che volevo la zazzera come quella di Grace Anatomi.
Problema.
Lei non lo vede.
Soluzione al problema.
Ho un cesto di capelli che paio Branduardi e questa zazzera malefica che non mi sta giù in punti modi.
Figurarsi poi in queste giornate di umido.

Parto dopo le sette.
Si ho impiegato appunto più di venti minuti per la zazzera. Allora?
E arrivo alle otto.
Per la strada è uno spettacolo di riflessi nell’asfalto bagnato.
Si, virgola di nuovo, perchè piove.

Mi metto il cappelino e via. Lo zaino in spalla che già mi sembra peso stasera.
Gironzolo per la fiera innamorandomi di fotografie piccole appena illuminate. Parlando con vecchie conoscenze.
Vengo rincorsa e ammaliata da una proposta che mi lusinga e intimorisce.
Parentesi tonda.
Ma vi capita mai di desiderare di essere una di quelle persone spavalde che in ogni situazione riesce a non aver paura. Riesce a essere sempre brillante?
Ma io? Riuscirò mai a non aver paura di essere incompentente? Ci sarà mai un giorno che potrò essere minimamente sicura di me?
A me certe volte mi tremano le gambe.
Chiusa parentesi tonda.
Parlo, ascolto. Rido di un commento veramente sincero, scivolato fra una parola e un’altra.
Consegno foto, ringrazio.

Smusso le sensazioni accumulate in questi giorni e mi isolo.
Entro nel mio mondo.
Cancello tutto il resto.
E’ stata un’ora intensa in cui non è esistito altro che me e voi.
Non saprei dire nemmeno quante persone c’erano.
Nel mio mondo c’ero solo io.
E voi, anche se per troppo poco tempo.

Certe volte la mia solitudine è una malattina profonda.
Altre volte va bene così.

25 ottobre 2007

Stanotte una nottata assurda.
In questa settimana sono tornata a casa sempre piuttosto tardi. Ieri sera avevo deciso di guardare House in pigiama e poi andare di filata a letto per riposarmi per stasera e domani.
Risultato. Alle 23.30 ero vispa come se fossero state le due di pomeriggio.
Sono andata a dormire e alle 0.55 ancora non riuscivo a prender sonno.
Poi credo di essere svenuta.
Mi sono svegliata alle 6.51. Dopo 9 minuti ho spento la sveglia.
Mi sono risvegliata di nuovo alle 7.17. Ho deciso di rimanere a letto per altri 5 minuti.
Ho riguardato l’orologio alle 7.25. Mi sembrava fosse passato un secolo e mezzo.
Mi sono alzata, lavata, mangiata i cereali e sono uscita di casa prima delle otto.
Sono uscita fuori e ho visto le rose tutte piene di gocce di pioggia. Ho pensato a Oscare e
sono rientrata dentro. Ho preso la macchina e ho fotografato per mezz’ora.

Per farla breve sono riuscita a far tardi anche stamani.
Mhà!

24 ottobre 2007

Regole del gioco.

Sei sei a dieta questo post lo puoi solo scrivere e non leggere.
Se non sei a dieta fai quello che ti pare, tanto lo fai sempre. Però vergognatene parecchio. Eh.

REGOLA PARTICOLARE PER LA FATABUGIARDA.
E’ vietato pensare aimmangiare.

Ho voglia di:

Sai il dolce al mascarpone, mentre lo fai. Quando inzuppi i pavesini nel caffè caldo e visto che sei golosa ne prendi uno inzuppato pochissimo, quand’è ancora molto croccante e lo inzuppi nella crema di mascarpone…. Ecco.

Sai la pasta a forno della mi nonna, con tre litri di besciamella (hahah).
Rigorosamente fatta con la pasta verde.
Che quando ci infili la forchetta la besciamella scappa tutta fuori.
Ecco.

Un bel mud cake con cioccolata calda sopra. O anche panna montata.Ecco.

I fegatelli con il finocchio, che quando li metti in bocca si sciolgono. Ecco.

La pasta con la pancetta e l’uovo, la pancetta croccante e piccante e l’uovo che fà quella sorta di sughetto..
Ecco.

La trippa a sugo, caldissima, con il pane cotto a legna. Farci la scarpetta con il pane.. Ecco.

L’agnello alla griglia, le costoline che non si possono tenere in mano per quanto scottano. Ecco.

Il vino. Ma non un vino qualsiasi. Ecco.

Il tartufo. Il tartufo in tutte le salse. Il tartufo sulla carne, sulla pasta, il tartufo nel formaggio. Ma cazzo è Novembre.. io voglio il tartufo! Ecco.

Il pecorino. Lo stracchino, La mozzarella. Il filadelfia. Ecco.

Il maiale. Ma si può vivere senza mangiare il maiale?? Il pane cotto a legna con la salsiccia freschissima..
Il maiale arrosto. La pancetta alla brace. I fagioli con le salsicce. Ecco.

Uffi.

E poi E’ assolutamente vietato guardare questo sito o anche Questo.

23 ottobre 2007

Con la presente sono a comunicare la nascita del Marchio E O C G ( Emozioni di Origine Controllata e Garantita )

Il progetto ha preso corpo nella Dinnign Room " Da Lalla e Renato" sabato sera.
Lo scopo principale è quello di tutelare l’origine e la provenienza delle emozioni trasmesse.

Il programma di lavoro si articola nella costituzione di un fondo per la salvaguardia della Fatabugiarda e nell’istituzione di organi di controllo appositi.

Tutto questo affinche la suddetta Fatabugiarda possa esprimere al meglio le proprie potenzialità di origine controllata e garantita senza l’intervento molesto di soggetti atti a rompere i coglioni.

Progetto patrocinato dal Comune sen of humor

[che poi tanto, ormai, lo sanno tutti che io bevo] 


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: