Mi lavo i capelli e non li asciugo. Metto per la prima volta i jeans lunghi dopo tanto, ma sopra non rinuncio al top senza spalle e alle ciabatte sotto.
Parto così, coi capelli umidi che ravvivano la crema sulla pelle.
Ho due strada da percorre. Scelgo quella meno battuta. E’ ancora chiaro anche se il cielo ha già cancellato tutti i colori del tramonto.
MI addentro verso Siena e poi svolto per Bettole.
La voce di una donna mi guida su strade sconosciute mentre cala la notte.
Di questa strada non conoscerò mai niete. Non ho visioni oltre la riga gialla dei miei fari e sparute luci di sparuti paesi che passano di lato.
Sola, ascolto le labbra.

Arrivo in un parco circondato da mattoncini salmone. Nell’aria profumo di carne alla brace.
Saluto qualcuno, mangio al sapore di rosmarino e poi mi trovo al centro della pista con la macchina in mano.
Tremo.

Dopo mi abbracci dicendomi che a volte ti dimentichi di sognare.
Io mai. Mi basta ascoltarti per ricominciare.

Mani sotto me
dipinge giallo, rosa, azzurro
e un pò più in là
Cielo e bianco
e sofisticazioni di messaggio
e un pò più in là
Mancando un attimo
Invincibile, impotente, illeso, trincerato in me
Mani su di te
sono incosciente, manca il cuore
e un pò più in là
(E ancora) buio e caldo
e finalmente esistere, arrivare
un pò più in là
mancando un attimo
un attimo
in dissolvenza
Mani su di te
sono incosciente

Paolo Benvegnù Live @ Acquaviva [Si] 10 Settembre 2008

 

Annunci

Una Risposta to “”

  1. pequinita Says:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: