Salire su di nuovo per quelle montagne, dopo pochi mesi.
I colori sono tutti diversi, non sò dire se sono più belli. MI erano sembrati tanto belli anche in agosto.
Ora i rossi inseguono i verdi e l’umidità fra brillare l’erba nei primi tenui raggi di sole.
Per il resto la luce lotta con le nebbie in un gioco di trappole e rilasci.
Come quelle vampate d’amore che a volte arrivano repentine al cuore e ti fanno sentire forte e ricordare tutti i minimi dettagli dei sentimenti che provi lasciandoti quasi senz’aria nei polmoni.
La musica è sempre la stessa nella mia testa. Credo che questa strada potrebbe essere rinominata dentro di me "la Strada dei Massimo Volume".

C’è questo stanotte
Due distese di bianco spezzano l’oscurità
Una a terra, immobile
ricopre le forme
L’altra in continuo movimento
penetra nella notte e si ritrae
Il gelo ha ricoperto i vasi
su questo terrazzo dove non andiamo mai
Il vento piega gli alberi
e tende i fili
dove nessuno stende più la biancheria
Ho scavalcato il tuo corpo
scomposto nel sonno
e nella mia parte di letto mi sono avvolto nel tuo calore

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: