Archive for luglio 2009

30 luglio 2009

Lo chiamo "l’uomo dalla bocca di fumo".
Non so se fumi o meno e di certo, contrariamente a ogni aspettativa, non puzza.
Ma è capace di essere viscido come nessun altro e di certo sà parlare anche per dieci minuti senza dire assolutamente nulla.
La sua caratteristica è quella di credere che la ragione si conquisti alzando la voce e facendo il prepotente.
Altra caratteristica è quella di credere di essere "potente" in quanto maschio.
E’ prepotente come pochi, specialmente perchè sà benissimo di non essere in un rapporto alla pari.

E mi tocca tacere.
Questo è quello che mi rode di più.

Mi fai orrore.
Mi fai orrore tu e tutti quelli come te.
E sicuramente troverò il sistema per dirtelo.
In silenzio, con le azioni.
Ma lo saprai che mi fai orrore.

29 luglio 2009

24 luglio 2009

Avevo scritto un post commentando l’ennesimo strampalato oroscopo di Brenzi che mi mette in discussione per l’ennesima volta la mia moralità.
O Brenzi via.. Ok, ho fregato 50 euro a un carabiniere una volta.
Raccatto anche i 5 centesimi se li trovo.. e se mi fanno il resto sbagliato raramente glieli rendo…
Allora?

Non tradirei mai un amico per mio vantaggio, ma magari l’ho fatto e lo farò per ingenuità.
Poi nn mi ricordo che mi diceva..

.. Ieri sera ero così in palla che ho commesso un errore madornale.
.. proprio da pivella.
.. figurarsi che io predico la metodica nel preparare l’attrezzatura.
.. se mi avesse visto uno dei miei alunni sub mi avrebbe cazziato anche lui..

Invece grazie a due anime gentili l’ho sfangata.
Ma è rimasta dentro di me la consapevolezza della mia leggerezza.. e questo come logico mi ha molto adombrato.
L’istallazione teatrale di ieri sera con Scaramuzzino era estremamente bella… peccato che non ho potuto assistere a tutto lo spettacolo che meritava veramente. Sono rimasta al chiosco più tempo possibile e per arrivare al prato ho fatto una corsa assurda….Non ho capito bene.. ma deve esserci una scorciatoia… gli altri fotografi arrivano sempre meno trafelati di me e anche molto prima di me!!

Al palco grande ho visto Angelini che ha suonato decisa mente troppo poco.
Ancora una volta sono stata positivamente entusiasmata da lui.
Meritava veramente di essere headliner.
A seguire è salita sul palco la Bandabardò.. ed è stato molto divertente essere sottopalco.. anche quando Enriquez si buttava di sotto e i bestioni si agitavano per difenderlo… ma da chi???

23 luglio 2009

Non sò bene cosa scriverò sotto.. ma c’è un’altra probabilità che nel post siano presenti parole scurrili tipo:
Minchia, rompimento di cazzo a ripetizione multipla, minghia ucciddetelo, sangue, cazzo ti levi di culo, ma chi se la incula quella! e altri smadonnamenti vari.
Quindi, se non volete leggere o subire questo discorso potete fermarvi qui e saltare poi direttamente alla foto.
Grazie.

-La Redazione-

Minchia.
Nulla, non volevo iniziare così però se non lo avessi scritto, tu timido lettore che hai deciso di avventurarti nelle mie righe, avresti avuto il sospetto che non stessi facendo sul serio.
Arrivo ad Arezzo per le 19.30
Ci hanno convocati per informarci sulle regole per fotografare stasera.
La news è che il tour manager di lei fà parecchio lo schifiltoso e che solo 5 testate potranno [potrebbero] fotografare dalla pedana sopra il mixer.
Noi abbiamo la possibilità di  stare fra il pubblico. Niente frontepalco stasera.
Aspetto le nove e passa e poi quando il pubblico si è già seduto sulle sedie arriva l’attimo in cui fanno passare anche quelli che potranno stare in terra nella corsia centrale.
Per una pura botta di culo sono lì al momento giusto e arrivo a sedermi a 3 meti dal palco.
Son digià gasata ma sò benissimo che la situazione si farà tesa.
MI faccio riconoscere da 2 bestioni della seccurity tanto per non sentirmi arrivare una capocciata in pancia… ma sò che non mi difenderanno a spada tratta.
Il concerto inizia e io sono in mezzo alla polvere.
E qui inizia la vera rottura di cazzo.
Il tour manager di lei passeggia sul frontepaco avanti e indietro illuminando e facendo smettere chi fotografa, chi riprende.. E rompendo il cazzo e ripetizione multipla , continuamente, a tutti quelli della zona.
1 contro 5000.
Che potesse prendergli subito la diarrea, accidenti a lui e a quella stracazzo di ghigna che ha nel viso.
In tutto questo ho anche accanto tre beoti che non smettono un secondo di dir minchiate e di far del casino e un cittino urlante che dopo 15 occhiate, quando gli ho detto di piantarla mi ha detto:
Maddai… siamo a un concerto ( guardandomi come se fossi sua nonna)
e al quale ho risposto: Bravo! Ma son venuta a sentire lei, mica te! Urlandogli come un’ossessa!

Io sono stata molto sghiscia e non mi sono fatta sgamare.. anche se poco ho fotografato…
Gli sono andata in c a quell’omaccio acido e gn’ho portato 5.

Chiusa parentesi tonda, mai aperta fra l’altro.

Tracy Chapman, ignara della stronzaggine di quel personaggio stava sul palco.
Un palco illuminato in maniera superlativa. Complimenti all’addetto alle luci che ha creato suggestioni bellissime.
Lei sul palco è pura magia.
E’ di una semplicità rara e di un carisma non comune.
La sua voce passa i confini della lingua inviando messaggi chiarissimi anche per chi non conosce l’inglese.
Così era per me 22 anni fà quando ho iniziato ad ascoltarla.
Così è stato ieri sera.

Un concerto veramente bello.

22 luglio 2009

Dopo un solo giorno di Play casco già a pezzi.
Stamani è arrivato l’herpes e ora  un ci manca che gigi così ci siamo tutti.

Ieri sera ho corso per le pietre di Arezzo per andare a fotografare prima il teatro e poi per tornare al palco grande sul pratone.

Ero un po moscia. Ho tardato a ingranare e l’ho fatto solo a sera tardi.

In questi giorni avrò la possibilità di poter godere di molte cose, molte persone, molte situazioni.
Spero di poter assimilare tutto.
Ho bisogno di un po di benessere. La stanchezza prima delle ferie mi sta precipitando addosso a secchiate.

E stasera finalmente riuscirò a sentire Tracy Chapman. 😀

21 luglio 2009

Stasera il PLay entra nel Vivo.. e visto che non li vedo da tanto ( da venerdì esattamente ) sarò enormemente contenta di vedere i Marta sui Tubi. Un tempo andavo così spesso solo ai concerti di Benvegnù…
Ops.. ci sarà anche lui. 😀

Liquidate queste quisquilie passiamo alle cose serie.
La mi sorella ieri sera ha fatto una ricetta strabona.
Non è totalmente vero quello che sostiene, ovvero che in questo modo i peperoni sono digeribili, ma la bontà della cosa ripaga la fatica di stomaco.

Peperoni al Limone:

Ingredienti:
Peperoni cornetti
Aglio
Olio d’oliva
Limone
Sale e pepe
basilico

Lavare bene i peperoni e farli a listarelle.
Fare imbiondire uno spicchio d’aglio tritato in olio extravergine d’oliva e mettere a cuocere i peperoni a fuoco medio per una decina di minuti girando spesso. Dopo circa 5 minuti aggiungere un po d’acqua per far giungere i peperoni a cottura.
Quando sono quasi cotti spremere un limone e abbondante basilico tritato grossolanamente.

Visto che c’erano li ho rimangiati anche a pranzo.
Per stasera credo che avrò una colica di stomaco.. ma nessuno se ne accorgerà.. tutti saranno impegnati a  guardare i Marta…

😀

20 luglio 2009

Orbene, inizia questa settimana.
Ieri una giornata molto positiva al mare.
L’istruttora s’è persa sott’acqua.
Hahahahaha.
E’ ufficiale che sono pericolosa quando ho la macchina fotografica.
Mi concerto così tanto in quello che sto facendo che non presto più attenzione al resto.
Ho seguito per dieci minuti abbondati un gruppo che non era il mio accorgendomi che nn ero con i miei compagni solo sotto al gommone del gruppo che avevo seguito.
Questa cosa è bella e brutta insieme.
Bella perchè quando sono sotto con la macchina io sono veramente in estasi.
Brutta perchè disimparo tutto quello che so e son solo un fascio di nervi.

Inzia la settimana del Play.
Quest’anno faccio parte del gruppo di fotografi che la manifestazione ha ingaggiato per riprendere gli eventi.
Quindi Doppio lavoro per questi giorni. Diurno e Notturno.
Son contenta.
La mia abbronzatura leggera parla d’estate, di belle serate, di musica, di mare.

Che cosa si può volere di più??

18 luglio 2009

Branzi.. e t’hai ciccato…
Lo so, è stata veramente una serata tanto bella.. ma L’Italia Wave ancora non riesce minimamente a prendere i posto dell’Arezzo Wave dentro di me.
Lo sò, sono di parte, ma come si fà a non esserlo quando la differenza è così netta?

La serata è stata veramente molto bella. Non fosse altro per il vento fantastico che soffiava dentro lo stadio, per il concerto strepitoso dei Marta e poi per quello assolutamente superlativo dei Placebo.

Mi sono divertita.
Ho anche incontrato Samuel Catavvo all’autogril tornando!

Hahahahah.

 

 

17 luglio 2009


Cancro (21 giugno – 22 luglio) Vorrei che facessi una breve descrizione dei cinque momenti più belli della tua vita. Lascia che la tua fantasia si soffermi amorevolmente su questi ricordi per una ventina di minuti. E la prossima settimana cerca di farli restare a galla nella tua coscienza. Quando ti accorgerai che un flusso di pensieri negativi sta per investirti, interrompilo immediatamente fantasticando su questi cinque momenti di grande estasi. Questo esercizio ti aiuterà a prepararti alla Nuova era di felicità rilassata e tenera bellezza, che secondo le mie previsioni arriverà molto presto. Se riesci a far tacere la parte più cupa e imbronciata della tua mente, hai ottime probabilità di vivere un’esperienza estatica che scalerà la top five.

Ok Brenzi.
Venerdì 17, ho già capito che sarà una giornata di merda.
Ma se può far in modo che la sera di stasera entri nel top five del godimento allora ci stò.
Accetto la sfida.

UMAMMINI:::

16 luglio 2009

E’ un po di tempo che voglio dirti che la tua prima lettera profuma ancora del tuo profumo.
Sai quella in cui mi avevi messo la cingomma alla cannella?
La tengo nel mio comodino e ogni tanto la rileggo.
Voglio anche rileggere il libro che mi hai dato qualche anno fà, anche li dentro deve esserci una tua lettera.
Ancora non ti ho dato il regalo del tuo compleanno.
A dirla tutta ancora nn te l’ho nemmeno comprato. Sono scandalosa quest’anno.
Chissà se hai mai cucinato qualcosa dei miei libri di cucina.
Non credo che ci sia la ricetta dei tomini al micronde, comunque.
Ieri sera mentre ero da calzedonia a cercare inutilmente le mutande "betulla" per abbinare al mio costume, m’è venuto in mente quella volta nel camerino da Prada quando ti provavi quel vestitino.
Ho avuto una visione di una prova del vestito che ancora nn ho visto.
E’ che mi manchi.

Poi ieri Paolo m’ha chiamato da Monaco per dirmi che ha trovato un sushibar in cui puoi mangiare tutto quello che ti pare a € 10.99, ma credo che andrà fallito da qui a domenica, quindi nn credo ci sarà mai occasione di visitarlo.

Ti butto un bacio, te prendilo, mi raccomando.

[e intano stasera a Ottolandia inizia l’arezzo wave.. ops.. L’Italia Wave… ]


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: