Cancro (21 giugno – 22 luglio)

Dalla finestra del mio studio vedo una grande palude attraversata da un ruscello che nasce nella baia. Con l’alta marea il ruscello diventa largo come un fiume, con la bassa marea stretto come il vicolo di un villaggio. A volte scorre impetuoso verso nord, altre si ingrossa a sud con altrettanta foga. Ogni tanto è immobile. Spesso il ruscello si tinge di grigio, verde, blu e marrone, mentre all’alba e al tramonto si arricchisce di rosa, viola e arancione. Come Cancerino, trovo questa visione rassicurante e al tempo stesso rinvigorente. Riflette il mio umore sempre incostante, mi ricorda che sono una creatura d’acqua, la cui fluida mutevolezza è naturale e salutare. Questa settimana, compagno Cancerino, mi auguro che ti circonderai di spunti utili a metterti in pace con la tua vera natura.

Grazie Brenzi, spero che questo si possa avverare.


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: