Cancro (21 giugno – 22 luglio)

Da un po’ di tempo mi fai venire in mente una persona che “cade e si rialza, corre, cade e si rial­za”, come quella descritta da Robert Hass nella poe­sia Time and materials. Hai la mia compassione quando cadi, la mia ammirazione quando ti rialzi e il mio sostegno quando ricominci a correre. Ormai avrai capito che non devi vergognarti se cadi. Anche questo fa parte di quel processo di apprendimento che ti sta rivelando segreti su come rialzarsi e correre.

 

Brenzi sono una piota a correre io. Un sono mai stata bona, anzi no.
Un m’è m ai garbato nemmeno quando ero nella staffetta e si vinse alle medie.  E nemmeno quando mi sono iscritta a podismo. E’ che un’ho costanza per correre. A me mi viene a noia.
Potrei essere di un certo stile nel passo con saltello e di sicuro amo molto passeggiare… ma correre.. forse mi piace solo in macchina. Quello si.
Quindi non mi rimane che imparare a cadere, e forse a quello servono i chili di più, a non farsi troppo male.
 O forse anche li è solo pigrizia.

L’unica cosa[ qui ho interrotto circa 3 ore fà e ora un mi ricordo più cosa volevo dire].
L’unica cosa, quindi, punto.

 

Ieri sera è stata una serata bellissima.
Alla Flog coi Benvegnù succedono sempre robe magiche.
Ieri sera ce ne sono state di scintille nei cuori dei presenti.

Specie quando è partita questa qui.

 

Annunci

Una Risposta to “”

  1. anonimo Says:

    Ciao Fatona!

    Un bacio
    Baol

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: