Un paio di sabati fa, giarando desolata nello scaffale dei libri dell’Ipercoop mi sono imbattuta in questo e l’ho preso senza nemmeno leggere il titolo. Il nome dell’autore era più che sufficente.
Il cartoncino giallo che rilegava il libro parlava del ritorno alla musica di Horby e un attimo dopo aver letto questa informazione ero già felice. Perchè in fondo basta poco a farmi felice dentro uno dei miei microcosmi.
Credo di aver lungamente parlato in queste pagine [in effetti il blog non è composto da pagine.. ma facciamo finta..] di "Alta Fedeltà" e di quanto io sia legata a quel libro.
Ho iniziato a leggere Juliet Naked [il titolo originale è di gran lunga migliore dell’inspiegabile traduzione]
e mi sto divertendo molto.
E’ un libro appropriato a questo periodo. Parla di due quarantenni in crisi. Parla di un fissato per la musica che insegue il suo eroe che è assente dalle scene da una ventina d’anni.
Horby racconta molto bene una situazione che sento molto vicina non dimenticandosi mai di trattare con molta ironia le fisse e il carattere dei protagonisti.

Ottima lettura.
Ottima lettura.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: