Archive for giugno 2010

30 giugno 2010

Mi sono vestita tutta elegante perchè già immaginavo la raffinatezza della sua voce.
Ho optato per quelle ciabattine nere che spesso mi dimentico in macchina e che non ritrovo mai.
Sono partita da casa coi capelli bagnati e mentre andavo con la macchina volavano via fuori dal finestrino aperto.
Devo ancora cambiare i cd nella macchina.
A Carmignano mi sono persa nel tramonto. Adoro quando arriva quel momento in cui tutto si scurisce ma si riesce ancora a percepire il verde delle vigne e dell’erba.
Sono riuscita a parcheggiare in alto e non ho dovuto scalare la collina per arrivare alla rocca, ma visto che ero vestita elegante il concerto si teneva in una spiazzo con l’erba sotto i piedi. Tutti erano seduti per terra e io non avevo neppure uno straccio di coperta. mi sono seduta su un cartone sperando che le bestie schifose fossero gia tutte andate a dormire.
Ho cenato con un pacchetto di patatine e una bottiglietta d’acqua e ho atteso che la notte prendesse possesso.
Il palco era in bilico fra il nero e luci dietro.
Avrei voluto avere gli occhi con un’apertura a 1.4 per ubriacarmi di glitter.
E’ stato il concerto con l’ambietazione più suggestiva che abbia mai visto.
Cristina Donà è grandiosa.

29 giugno 2010

“Non si vede bene che con il cuore. L’essenziale è invisibile agli occhi”

http://www.youtube-nocookie.com/v/SKsisC099K4&hl=it_IT&fs=1&

28 giugno 2010

Malgrado il we appena trascorso oggi sono di pessimo umore.
Di pessimissimo umore.
Mi stanno sul cazzo le falsità di alcune persone circostanti che tengo a notevole distanza ma che hanno reflussi infiniti.
Mi stanno sul cazzo parecchie cose oggi ma dipende anche dal fatto che sono stanchissima sul serio.
Ieri ritornando siamo entrati a parlare di cose che ho dato in prestito e che ancora mi devono essere restituite.. e mi sono innervosita per la mia stupidità.
Poi ho pensato a orari che non tornano, particolari che non tornano, racconti a metà..
Fotocopie di persone, persone pettegole di merda..

Mavvaffffanculovà.

Detto questo la settimana non può che migliorare..

.. spero ..

25 giugno 2010


Cancro (21 giugno – 22 luglio)

Ecco alcuni lavori mal pagati che ho fatto e nemmeno molto bene: estrarre linfa dagli aceri nel Vermont, guidare un taxi in North Carolina, lavorare in un parco di divertimenti nel New Jersey, fare da cavia per alcuni esperimenti medici in California, scavare fossati in South Carolina e raccogliere olive nel sud della Francia. Devo considerarmi un fallito perché ottenevo risultati mediocri e guadagnavo poco? Penso di no, perché alla fine ho trovato occupazioni più soddisfacenti, e da allora è andato tutto bene. Non ha senso, perciò, giudicarmi severamente se facevo cose che non erano in sintonia con la mia anima. Ti prego di applicare questo ragionamento anche a te.

Devo considerarmi una fallita?
E questa la domanda che mi induci a pormi questa settimana…
Il fallimento è una cosa con cui si deve sempre fare il conto anche se sinceramente credo che a 36 anni sia ancora presto per utilizzare questa parola a livello definitivo.
Ho fatto solo un lavoro retribuito nella mia vita e ne faccio molti altri solo per passione.
Credo che la retribuzione economica non sia il solo metro per giudicare un lavoro..
Credo che sia una sola parte della soddisfazione.
Credo che il piacere nel fare le cose sia una motivazione buona, o almeno lo è per me.
Detto questo a volte è frustrante, specie quando ti rendi conto che in certi lavori vanno avanti gli incompetenti solo perchè sanno vendersi meglio.
Ma in fondo questo vale per tutti i lavori.. non solo per quelli che faccio per passione.

Comunque io sono sempre una e trina.. e questo vale più di mille altre cose ūüėÄ


24 giugno 2010

Oggi sono di ottimissimo umore.
E’ tutta la settimana che vivo credendo di essere a venerdì.
I venerdì mi piacciono.
Stacco con il lavoro e arriva il mio tempo.
Ma sono di ottimissimo umore perchè l’uscita di domenica è a posto, ieri sera ho finito di trovare le foto per la mostra e ora devo andare a stamparle.
Sono di ottimissimo umore perchè domani sera c’è il concerto della Donà.
Sono di ottimissimo umore perchè ieri sera ho cucinato il cous cous di pollo al curry ed era proprio bono anche se mi sa che il mio curry è un po svaporito.
Sono di ottimissimo umore perchè cercare le foto me ne ha fatte riguardare tante e mi sono divertita.
Sono di ottimissimo umore perchè dopo tante notti insonni stanotte sono svenuta fino a mattina.
Sono di ottimissimo umore perchè ho letto sulla noninciclopedita la definizione di "Bimbaminkia" e mi ha fatto ridere.
Sono di ottiimissimo umore perchè la gente arriva qui cercando di capire che cosa significa "cittina"
E sono di ottimissimo umore perchè stasera appena finisco di lavorare vado a buttarmi in piscina.

Ciao.
http://www.youtube-nocookie.com/v/DR6l0m9XcDE&hl=it_IT&fs=1&

23 giugno 2010

22 giugno 2010

E sono il contrario di me, da che cosa mi sento diverso?

Giorni incatalogabili.
Sono stata nel mondo delle Fate, sono stata percossa dalla delicatezza del vento e dalla bellezza delle nuvole nere che scorrazzano per i cieli.
Ero in un anfiteatro di fiori e profumi e mi sono sentita piccola piccola in confronto alle meraviglie che mi circondavano.
La pioggia mi ha rincorso rigando la mia pelle, e le guancie.
Calde piume mi hanno abbracciato nel sonno tenendomi al caldo.
Tanti starnuti.
Il mondo delle fate è u n posto indimenticabile e forse irreale.
Ma è bello sapere che esiste e che si può toccarlo con la mano.
Dopo tanto ho ripreso a fotografare.
Anche se la pioggia e il poco tempo c’ha messo lo zampino malevolo.
Eppoi.. il cavalletto a casa…
Ho tanto bisogno di un posto pieno di fiorellini colorati che si muovono nel vento.

http://www.youtube-nocookie.com/v/jh8ereaw3QQ&hl=it_IT&fs=1&

18 giugno 2010


Cancro (21 giugno – 22 luglio)

Nel 1965 due cosmonauti sovietici furono spediti in orbita intorno alla Terra sulla navicella Voskhod 2. Al ritorno ebbero un problema tecnico e dovettero procedere a un atterraggio manuale. Invece di finire nel punto prestabilito, atterrarono su una montagna. Mentre aspettavano i soccorsi, scese la notte e un branco di lupi ululanti circondò la capsula. Per fortuna, il giorno dopo arrivò la squadra di salvataggio e tornarono tutti a casa sani e salvi. Ora che stai per atterrare, Cancerino, prendi spunto da questa storia. Anche se non cadrai dove volevi, tutto finirà bene se non avrai fretta e aspetterai che arrivino i soccorsi.

Caro Brenzi, un’ho capito una cippa della previsione per questa settimana .. o forse non voglio fare collegamenti.. In realtà tu sai che sto per partire per la terra delle fate e siccome già una volta ho provato ad andarci e il navigatre s’è sbussolato non vorrei fare la stessa fine anche stavolta.
Ma spero di no.
VIa Brenzi unne scherziamo.. Che poi secondo me li i lupi ci son perdavvero…
Brenzi via.. sei un linguaccione pettegolo.
Un fare i birbo dai..

Cmq.. Oggi è una giornata piena di sorprese che mi fanno commuovere..
E io cercherò di afferrare tutte le mani che cercano le mie .

Buon we.. 

16 giugno 2010
Sono giorni che penso a voi
esercito di santi malati di malinconia
Vi vedo camminare tra l’abisso e l’abisso
ridendo da soli
e fermarvi per dire
‘Solo un cuore spezzato è un cuore puro’
E poi vi vedo riprendere a camminare e a ridere
col cuore gonfio di tristezza
e fermarvi di nuovo per dire
‘Peccate con gioia!
Il pianto è peccato
il pianto che segue il peccato è peccato’
Sono giorni che penso a voi
santi dalle vene livide di dolore
il vostro cuore ne è colmo
Ma sapete, un cuore è un cuore
e quando il vostro scoppia
cercate un angolo per morire
maldicendo voi stessi
per avervi fatto dire
‘Conosco un modo per onorare la vita
venite e ve lo mostrerò’
Sono giorni che penso a voi
santi in una bettola di Lublino
mentre vi sedete accanto a qualche avanzo di galera
e fermando la mano che dà le carte dite
‘Dimenticare è un bene
Ve lo assicuro
dimenticare è un bene’

14 giugno 2010

Viaggi in macchina in solitaria con i pensieri che rimbalzano fra le finestre aperte.
Sabbia che si attacca alla pelle e mezzi tuffi nel mare troppo freddo.
Poi notti calde ma non d’amore.
E risvegli a tempo di bagnasciuga e nuovi occhi stupiti dentro le maschere.
E il mare e le onde alte, la schiuma e gli schizzi durante il rientro in gommone.
E poi di nuovo tanti chilometri da sola a pensare e a guardare, a immaginare.

Sapevo che questo fine settimana sarebbe stato pieno di cose, di persone, di emozioni.
Ma in realtà tutto è andato oltre alle più rosee aspettative.
Anche il finale.

C’è forza nella pioggia che bagna il bordo del lavandino
e le mie braccia tese, oggi.
Non nelle colline, nè nel cielo che tiene bassi gli uccelli
e ha i colori sbiaditi di una polaroid.
Emanuel Carnevali, morto di fame nelle cucine d’America
sfinito dalla stanchezza nelle sale da pranzo d’America
scrivevi
E c’è forza nelle tue parole
Sopra le portate lasciate a metà, i tovaglioli usati
Sopra le cicche macchiate di rossetto
Sopra i posacenere colmi
Sapevi di trovare l’uragano
Dire qualcosa mentre si e’ rapiti dall’uragano
Ecco l’unico fatto che possa compensarmi
di non essere io l’uragano
Emanuel
Primo dio
Rimbaud
Preghiera a cose più belle di me
Rimbaud
Avvento della giovinezza
Immagine perfetta
Senzazione perfetta
E’ nella pioggia, oggi, il vostro grido


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: