Archive for gennaio 2011

31 gennaio 2011

Ho visto Cristalli sugli alberi innevati,
dormito dentro un letto di piume

"nei giorni di freddo
la luce attraversa i campi
niente è nascosto
solo linee precise su fondi bianchi
io conto le piume rimaste
che fanno di me un ventre materno
sono un nido sui rami d'inverno"

n

Annunci

28 gennaio 2011

Quando andavo a ragioneria e ci facevano fare i bilanci alla lavagna il professore aveva un metodo infallibile.
Quando alla fine non ci tornava se ne veniva fuori sempre con una plusvalenza o con una minusvalenza e salvava sempre capra e cavoli.
La partita doppia in  fondo poi è una bella metafora delle vita, in fondo ti dice che non sei altro che una bilancia e che per far tornar le cose tutto deve essere in pari.
Ma io sono una bilancia scassata e certe cose per me hanno un peso enorme e mi stanno sul cazzo quelli che alla domanda  "Meglio rimorsi o rimpianti" stanno li ad argomentare delle ore cercando il giustificazioni logiche e non.

La mia riposta è che non esiste nessun meglio fra rimorsi o rimpianti. L'inica cosa sana sarebbe riuscire ad essere coerenti buoni e giusti.
Ma io sono solo una fatina incoerente, egoista e pure un po stronza.
 

27 gennaio 2011

Cancro 21 giugno – 22 luglio

“Alba di primavera: volgendomi verso la nube di tempesta, ho perso di vista l’uccello”. Lascia che questo haiku di Julius Lester ti serva da avvertimento, Cancerino. Metaforicamente parlando, rischi di fissarti in modo così ossessivo su una nuvola di tempesta da lasciarti sfuggire un raro e bellissimo uccello. Il fatto è che quella nube non scatenerà neanche una grande tempesta. I suoi tuoni e fulmini si esauriranno presto e non produrranno danni. Ecco perché sarebbe un peccato se lasciassi che il suo fascino perverso ti distogliesse da una potenziale fonte di ispirazione.

Senti Brenzi.. dopo la febbre buttarmi subito sul porno non mi fà bene.. poi sudo.

Il programma delle immersioni per i prossimi mesi è pronto e ci sono molte date che non vedo l'ora di vivere.. Ponza, Capraia… Oggi è già un po estate qui da me.

Io sorride.

25 gennaio 2011

Ho voglia di mangiare un fico come quelli che c'erano nella casa in puglia.
Era bellissimo poterne mangiare a piacimento staccandoli direttamente dalla pianta.
Erano dolci e mielosi. E così profumati.
Ma che c'entra??
Nulla.
Il fatto è che la Teresa non vuole sapere cosa accade nelle puntate di Grace, e la mi sorella invece oggi a pranzo mi ha fatto spiattellare tutto.. 😀
Ma che c'entra??
Nulla.
Il fatto è che quando sò un segreto bello non riesco a trattenerlo…

Fu Fun Fu
😀

Ps: Oggi è il compleanno del Gran Capo e di regalo gli abbiamo fatto un Rebus…
Cioè.. il rebus svela il regalo… Indovinerà??
A poster lauda sentenza..
Ai posteri larga l'udienza..

Chi vivrà vedrà , e chi un viene manda i panni.

21 gennaio 2011

Sarebbe una settimana idea­le per piangere disperatamente sui vecchi amori che ti hanno spezzato il cuore. Ho visto raramente una configurazione astrologica migliore di quella attuale per liberarti dell’angoscia di quelle vecchie sofferenze sentimentali. Quindi ti consiglio di inventare un rituale che le esorcizzerà completamente e produrrà la massima catarsi. Forse potresti costruire un santuario che contiene le foto e gli oggetti che tengono una parte di te ancorata al passato e trovare parole coraggiose e gesti nuovi per dirgli addio per sempre. Hai qualche idea su come organizzare una cerimonia che favorisca il tuo processo di guarigione?

Senti Brenzi, c'hai un senso dell'umorismo macabro… ma se dici che posso intendere il febbrone da cavallo che mi ritrovo come un atto purificatore… allora io ti credo.

Serena Ironica Santa Subito.

20 gennaio 2011

Questa sopra è una delle foto relative al nuovo lavoro in uscita il 25 Gennaio di Cristina Donà "Torno a casa a Piedi ".
Probabilmente sono dimorto vanitosa… ma continuo a pensare che in tutto questo ci sia veramente qualcosa di mio…

19 gennaio 2011

La scelta del verde stamani è stata la scelta giusta.E' che spesso mi dimentico che gli anni hanno dimostrato, più che la mia labile coscenza, che le mia volontà era diversa.  Sono cresciuta, ho fatto scelte, e mi pento di non averne aver avuto la forza di una maggiore consapevolezza. Ecco perchè a volte corro dietro alla nebbia invece di guardare avanti verso il bel sole.
Ma non oggi. Oggi abbiamo corso dentro la nebbia puntando dritti al sole.Ho guidato per tanti chilometri dritta nel mio destino e sono soddisfatta. Soddisfatta di piccole cose, di piccoli traguardi raggiunti per gradi.
La partita è ancora in corso e noi ci stiamo battendo bene, con onestà e onore e questo è quello che conta al momento.
Oggi è stata una buona giornata, noi non abbiamo gli elefanti, ma non ci interessa. Essere piccoli e laboriosi è il nostro marchio. Da qui partiamo.
 

18 gennaio 2011

Cellule che si moltiplicano, si dividono e si uniscono creando nuovi insiemi ma mantendo parte di quelli vecchi.
Questo siamo.
Cellule che a un certo punto smetteranno di fare, ma non andremo persi.  Forse.

Che tristezza.
Forse nella nostra chimica ci sono scritti anche i nostri comportamenti e siamo schiavi del nostro dna.
Ma io non lo penso.
Penso più che mai che quella lettera che vorrei scriverti sarebbe proprio una cosa che dovrei fare.
E penso anche che con molta probabilità il risultato finale sarà lo stesso. Perchè forse io non sono schiava del mio dna, ma tu probabilmente si.
Perchè per cambiare ci vuole fatica. E forse tu sei stanco anche della chimica.
E considerando che io a chimica ho sempre avuto 4 significa che non siamo messi proprio benissimo.

 

14 gennaio 2011

Nella sua poesia Heathen, Lesley Wheeler descrive un bambino che mette l’orecchio contro quello di sua madre “in modo che il dio nella tua testa possa parlare / al dio nella mia”. Le prossime settimane sarebbero un ottimo periodo per provare qualcosa di simile con le persone che ami. I tempi sono maturi per alzare la posta della tua vita intima. Per sentirti più vicino a loro di quanto hai avuto il coraggio di fare finora.

Carissimo Brenzi, devo dirti con ufficilità che ormai credo sia definitivo il fatto che ho perso gli stivali in casa.
O forse sono in garage e magari prima o poi risalteranno fuori, ma intanto io ieri sera, giusto per non farmi mancare nulla, me ne sono comprata un'altro paio. Anzi, se il tipo del negozzio non avesse fatto il taccagno per 20 euro me ne sarei comprati due. Devo dirti poi che aumentare l'intimità è una cosa che mi fà un po paura, per motivi che ti ho detto molte volte in conversazioni private, si sà che io non sono una persona molto coraggiosa.
Ma alcune persone ora mi sono più vicine di altre, e ogni tanto ci chiacchero con loro anche se l'orecchio lo porgo a ben pochi.
Devo dirti però che stasera l'orecchio lo porgerò volentieri ad un gruppo che è stato la colonna sonora di questa mia timida estate 2010.. lettore del cd dell'alfa permettendo s'intende.
Si perchè il 31 Luglio ho avuto il piacere di acquistare questo cd in fortezza e poi l'ho inserito per il viaggio in puglia.. solo che il lettore non voleva saperne di leggerlo e su cento volte l'avrò sentito da li solo due…
Stasera i Perturbazione suonano a Prato e anche se sarà un macello io sicuramente sorriderò. 😀

13 gennaio 2011

Hermann  ha il naso branchiato, un filo di sangue che gli scivola dalla bocca, gli occhi chiusi forse perchè ha visto troppe brutture. Ha le mani lacerate e la pelle pallida.  Hermann forse è la linea di demarcazione fra quello che siamo e quello che siamo stati, o quello che vorremmo essere. Hermann ha le sopracciglia in disordine, ma più che vecchio mi sembra che si voglia proteggere dal passato.

Hermann non l'ho ancora conosciuto, ma in qualche modo so che lo conosco già.

 


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: