Archive for marzo 2011

30 marzo 2011

Sono tutti a lamentarsi dell'orario legale.
E invece io ieri sera quando sono uscita da lavoro ero felice di vedere il cielo ancora un po blu, lassù in un angolo.
Nel mio giardino i susini sono tutti in fiore e quello vicino al cancello negli ultimi due giorni innonda tutto il vicinato di petali profumosi. Mi sembra di essere dentro una di quelle fotografie dei giardini giapponesi nel momento della fioritura dei ciliegi.
Sono contenta che sti arrivando la sera.
Che il cielo si tinga di nuovo di blu.
Che arrivi il mio tempo.
Sono contenta di tornare a casa e lasciare l'impronta sui miei petali profumosi.

29 marzo 2011

 

 

Il rompicabo Bezzeliano non ha soluzioni possibi.
Essere l'originale ha un valore infinitesimale nella moltitudine.
Ma io ho sempre badato ai particolari e non ho mai
perso di vista le mie caratteristiche fondamentali.
Io conosco il mio ruolo nel gioco.
Io valgo 10.

28 marzo 2011

Pensieri in ordine disperso.

Sostanzialmente ancora non ho scritto nulla di Hermann.
Il bello è che non lo farò in maniera didascalica perchè è semplicemente meraviglioso ma molti hanno saputo tesserne le lodi in maniera decisamente molto più sopraffina di quanto io potrei mai fare. Quindi se vi interessa cercatevi in rete sia video che recensioni, e se non ve ne frega saltate al paragrafo succcessivo perchè ancora questo discorso non è concluso.
In buona sostanza io ringrazio Hermann per un semplice motivo. Lo ringrazio perchè per suonarlo quell'umo dai capelli visibilmente mesciati indossa quell'attempata chitarra elettrica, e considerando che io non ho mai visto gli Scisma live e questo mi rode, l'idossazione della chitarra medesima mi riporta indietro e mi piace alquanto.
Hermann è un fico, ma di quelli veri, no come i tronisti o quelli dell'isola o quei balordi di Xfava Etc.

Pensiero numero due: Maremma cane.. come è possibile che mi sia persa il coupon dell'Oh Suhi?
Uffi non è giusto……

Pensiero trino: Sabato pomeriggio ho conosciuto una caballina con frangia che è venuta da lontano per farsi accarezzare. Gli animali a volte sono più bravi degli uomini a percepire i desideri.
Ho anche visto una pecora con la zampazoppa e una pecora nera con il muso lungo.
Ho camminato tanto tanto guandando il cielo con le nuvole appese e una strada di margherite che non si possono calpestare.
Sono meravigliose queste giornate di sole e di vento in cui non c'è altro da fare che volgere il viso verso l'alto.
๐Ÿ˜€

4: Sabato sera il concerto di Ferretti è stato bellissimo. MI è piaciuto e mi ha stupito.
     Anche se in linea di massima sono rimasta della mia idea penso che ci siano veramente delle canzoni che devo ascoltare di nuovo con più attenzione.

Ieri ho ripensato a quando ero piccola, a quando mi usciva il sangue dal naso, a quando mia mamma mi metteva a letto rimboccandomi le coperte…
Sono stata di nuovo una bambina indifesa.
Speriamo che questo raffreddore passi velocemente.

25 marzo 2011


Cancro 21 giugno – 22 luglio

I premi Nobel vengono assegnati ai geni di vari settori per il lavoro che hanno svolto ai fini del progresso della scienza e della cultura. Ma hai mai sentito parlare dei premi Ignobel? Vengono assegnati a personaggi eccentrici il cui lavoro è ritenuto inutile ma divertente. Per esempio, un ricercatore è stato premiato per aver indagato su come i farmaci per curare l’impotenza aiutano i criceti a riprendersi più velocemente dal jet lag. Nel 2000 il fisico Andre Geim ha vinto il premio Ignobel per aver usato il magnetismo per far levitare una rana. A differenza di tutti i suoi compagni, però, più tardi Geim avrebbe vinto il premio Nobel per le sue ricerche su una sostanza dalle qualità notevoli chiamata grafene. Penso che presto ti succederà qualcosa di simile, Cancerino. Alcuni dei tuoi sforzi saranno considerati bizzarri e altri spettacolari, alcuni saranno disprezzati e derisi, altri saranno apprezzati ed elogiati.

Ti ringrazio tanto.. Ma mi sembra che oggi Brenzi tu abbia scoperto l'acqua calda.
Ti dico così perchè questa è una costante nella mia vita, non certo di questa settimana.
C'è sempre qualcuno che ha da dire qualcosa e questo capita spesso sia alle persone che sanno mettersi in gioco sia a quelli che hanno qualcosa da dire.Questo non mi preoccupa come del resto non mi ha mai preoccupato.
Dovrebbero casomai prendere coscenza di questa usanza  quelli che conducono una vita scialba e senza note perchè capita anche a loro, e visto che danno pochi spunti quello che dicono non è quasi mai positivo. 8/

Buon We, il mio sarò sicuramente ottimo.
 

22 marzo 2011

Ufficiale che mi sono intrippata coi blog culinari.
E' che queste geek bloggher sono davvero troppo brave a fotografare e io so bene che non saprei fare cose così.. anche perchè mi manca la luce in cucina.. e forse anche il tempo per cucinare cose del genere a pranzo quando fuori c'è la luce giusta , e forse mi manca anche una casa in campagna e un servizio di piatti rustici o i bicchierini per farci la panna cotta con il righino di limone o anche la pentola smaltata verde.
Si, questo blo qui mi piace da impazzire e anche la sua proprietaria che ho avuto modo di conoscere domenica.

Comunque devo dirvi che ieri sera ho portato il nuovo mobile in cucina e ho sistemato tutti i piatti e anche varie altri carabattoli di cui abbondo. Ho anche fatto un inventario dei centrini tirolesi acquistati in questi anni durante le mie vacanze in Trentino, e devo dire che non mi ricordavo di averne comprati così tanti.. e considerando anche che probabilmente alcuni sono anche nell'armadio della biancheria posso tranquillamente dire che ho tutto l'amamentario per cimentarmi in foto culinarie fatte come si deve.

Ieri sera poi ho fatto la zuppa di pesce con il cous cous.
Ho barato però, e un po me ne vergogno.
Ho barato perchè alla coop ho trovato una zuppa fra i congelati con già tutti gli ingredienti.
Io ho fatto solo rosolare l'aglio e cuocere la zuppa per una ventina di minuti aggiungendo peperoncino.
Al cous cous ho aggiunto un po di curry.
Il risultato era veramente buono .. ma devo rifarla da zero per conto mio, altrimenti nn sarò contenta.

21 marzo 2011


Ho spesso la sensazione di vedere le cose per la prima volta ultimamente.
E' stato bellissimo passeggiare per Roma senza meta e ritornare sui miei passi intorno al Vaticano.
La primavera è arrivata e la pioggia ha lasciato il posto al caldo.
Ho cenato per la prima volta in un ristorante Kosher nel Ghetto.
Ho visto tanto e ascoltato tanto.
Ho camminato instancabilmente, o quasi.
Ho detto : Aoooo!
Ho fatto ciao ciao con la mano e buttato di nuovo la moneta dentro la Fontana di Trevi.

Poi ho incontrato Hermann in una notte dalla luna grossa grossa e lui mi presa fra le braccia cullandomi.
Ho girato per le campagne e per i ristoranti sorridendo e bevendo.
Al io ritorno a casa ho allestito una mostra su dei rettangoli di legno lasciando che molti occhi frucassero nelle mie solitudini.
E' stato tutto estremamente bello.

E' che la bellezza ci salverà se noi sapremo prendercene cura e trattarla con il rispetto e la dedizione che merita.

16 marzo 2011

Vorrei capire come mai di notte non riesco emotivamente razionale come di mattina.
Mi capita spesso di stare sveglia a ore a rimuginare sui problemi, generalmente lavorativi, e quando c'è qualche preoccupazione pesante. In genere il trend del periodo è quello di svegliarsi alle 5 o poco prima e stare un oretta e mezzo sveglia senza dormire, poi riaddormentarsi e alle sette essere in coma.
Poi arrivo a lavoro e le soluzioni/preoccupazioni trovano un sentiero più o meno tortuoso per essere risolte/ridimensionate.
Ma di notte non ci riesco. Rimango li nel letto al calore del mio giaciglio con la mente immobile. Intrappolata probabilmente dal sonno.
O magari non sono capace di pensare da distesa. ๐Ÿ˜€
Forse ho troppo sangue al cervello e mi và in tilt.
Comunque.

Non accade spesso che io parli di politica qui dentro ma oggi voglio farlo.
Ieri sera, per puro caso, sono incappata in " Qui radio Londra" di Ferrara.
La "trasmissione" trattava del "linciaggio" [mi trendo conto che sto abbondando con le virgolette.. ma capitemi…]
avvenuto in Puglia da parte degli abitanti di Maglie nei confronti della "povera" Ruby che era stata invitata in un locale del luogo.
Il "sig" Ferrara si diceva indignato per il trattamento che la "povera" "Ruby" ha subito perchè lei non è altro che "un'ingenua ragazza che si è ritrovata in una situazione più grande di lei"e per giustificare il suo sdegno tira fuori di tutto, anche il vangelo.
Io ero in cucina e stavo sistemando le foto della mostra. Senza rendermene conto ho smesso di fare quello che stavo facendo e sono rimasta impalata davanti alla tv e dentro di me pensavo:
Ma questo mi prende per il culo o cosa?
Cioè secondo lui la povera Rubi non va trattata in questo modo e il povero e molto maschio Berlusconi fà benissimo a vivere la sua vita privata come più lo aggrada.?
Bravo Ferrara, ti dò ragione.
Ruby è un ingenua e viene sfruttata, Berlusconi il più maschio d'Italia ..

Poi però c'è anche Serena, e Serena è libera di pensare che non vuole essere rappresentata da un uomo così.
E non è questione di moralismi. E' questione che avere  la libertà di fare quello si crede non ti esime dal giudizio delle persone.  E' che se le persone fossero meno intontolite dalla televione e dall'ignoranza e coltivassero un po di più il loro spirito critico non prenderebbero per oro colato le novelle che ci raccontano in tanti come Ferrara.

E' questione caro Ferrara che io voglio mettermi nelle mani di persone che pensano a me e a noi e non ai interessi e comodi, voglio essere rappresentata da  persone attendibili e affidabili e non da "Pierino dei film di Edwige Fenech."
E' che una persona normale che si comportasse così mi farebbe pena..
ma se questa persona è il presidente del consiglio questo mi fà girare enormemente i coglioni.
Specie se sono di destra e alle prossime elezioni, come del resto anche alle ultime 3, non mi ritrovo nessuna alternativa da scegliere.

 

15 marzo 2011

Accadono cose bizzare nei garagi la mattina prima delle sette.
E può capitare di vederci un'attempata ragazza che in camicia da notte verde, con le ciabatte ma le gambe scalze, vernici dei pezzi di legno di smalto satinato bianco, all'acqua.
Oggi è un martedì che sà di giovedì e io mi sto già portando avanti per gustarmi appieno i prossimi giorni che a livello emotivo saranno densi di avvenimenti.
E quando suonerà questa credo che rischierò il collasso.
Ma forse sarò immune per eccesso di adrenalina.

13 marzo 2011

Incantevoli queste domeniche in cui il si principia ad avviare sia il ricreativo che il culturale.

Quando il bambino era bambino,
se ne andava a braccia appese,
voleva che il ruscello fosse un fiume,
il fiume un torrente,
e questa pozza, il mare.

Quando il bambino era bambino,
non sapeva di essere un bambino,
per lui tutto aveva un'anima
e tutte le anime erano un tutt'uno.

Quando il bambino era bambino,
su niente aveva un'opinione,
non aveva abitudini,
sedeva spesso a gambe incrociate,
e di colpo sgusciava via,
aveva una vortice tra i capelli
e non faceva facce da fotografo.

Stesso cielo sopra la testa?
Ali di Angeli?
Felicità?
No, Albano no, grazie.

Svegliarsi alle 06,38, fare colazione con la torta di mele e vedere un uomo vitruviano tutto in un giorno porta fortuna.

10 marzo 2011

Casa.
Che c'entra?
C'entra che quando lascio qualcosa a casa accade qualcosa che … qualcosa di.
E oggi c'avevo lasciato l'iphone.
E c'era una chiamata.
Una interessante chiamata.
๐Ÿ˜€

7 15 Maggio, ma ne riparleremo più avanti.
Sono le otto e mezza di sera, sto ascoltando una trasmissione radiofonica al pc, aspetto di andare in piscina.. anzi aspetto di andare a cena da Ipo.. ๐Ÿ˜€

Casa..


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: