La scrittrice junghiana Clarissa Pinkola Estés dice che una delle cose che l’hanno influenzata di più è stata la tradizione dei curanderi, i guaritori del Messico e dell’America Centrale. “In questa tradizione una storia è ‘santa’, ed è usata come medicina”, scrive la rivista Radiance. “Non viene raccontata per farci sentire meglio. È fatta per guidare lo spirito in una discesa alla ricerca di qualcosa di perduto, o dimenticato, e riportarlo alla coscienza”. Hai bisogno di storie del genere, Cancerino. È arrivato il momento di recuperare quelle parti della tua anima che hai dimenticato, smarrito o dalle quali sei stato separato.

Bene Brezni, grazie.. sarei veramente felice se questo mi accadesse.
Per ora credo che una parte dell'anima l'ho persa stanotte grazie a  un pezzo di pollo.. e non è stato bello.
Oltretutto in quei pochi momenti che ho dormito ho fatto un sogno assurdo che spero mi sia di lezione per quando quell'avvenimento si verificherà nella realtà.
Forse è troppo due sere di seguito con Harry Potter e in fondo io non sono Silente e il lavandino del mio bagno non è un pensatoio.
Comunque.

Ho sempre più voglia di fare una crocera sub..

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: