Al primo impatto c'è qualcosa di rassicurante nelle fotografie di Oscar Savio.
Ogni cosa è a suo posto, le linee sono precise, le geometrie delineano i pensieri, le ombre li disegnano e tu ti trovi sicuro dentro quel limbo. Niente sfugge, non ci sono insicurezze. Tutto è chiaro, è netto:
quello che bisogna essere, il cammino che lo sguardo fà, la direzione da seguire. Si ha la percezione che la perfezione a cui si aspira sia a portata di mano.
Ma se questo è vero è forse anche vero il contrario?
Se il male sta nei cromosomi che hai dentro come puoi sfuggirgli?
Se la tua storia si mostra a te prima che tu la viva allora come si sfugge al proprio destino?
E a cosa servono gli sforzi?
I miei pensieri esondano nel tempo della mia notte riempiendola e lasciandomi con uno schianto verso questa mattina grigia.
Mi domandi se sono arrabbiata con te e ti rispondo di no, ma se potessi scegliere è altro che vorrei.
E la cosa che più mi fà arrabbiare non è tanto il tuo mancato sforzo, ma la consapevolezza che non ce la faresti nemmeno volendo e non a causa tua, ma dei tuoi cromosomi appunto.


 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: