Archive for luglio 2011

28 luglio 2011

Ti aspettavo guardandomi le unghie dei piedi laccate di rosso ciliegia.
Le dita dei piedi rigate dalla pioggia appena caduta, come scie di lumache.
La sera è scesa sui tigli mentre i merli frucavano fra l'erba.
Abbiamo mangiato minipannocchie e funghi rigati.
Non era ploplio velo che ero stata ignolante.
Sono solo un po stanca..

Annunci

27 luglio 2011

Quello che non capisco è come mai tu scegli di rendere tutto difficile.
E la cosa peggiore è che questa cosa deve essere ereditaria perchè molte volte anche io ci metto del mio.
Ho il raffreddore emotivo, esiste l'aerosol per il  cuore?

26 luglio 2011

A tre giorni dalle Ferie

DRINNNN

-Pronto
* B.giorno sono del 1240 vorrei parlare con il titolare
– Sono io, cosa desidera
* Ci risulta che voi avete scelto di non apparire nell'elenco telefonico
– SI non vogliamo ricevere informazioni commerciali
* E come mai se posso chiedere?

– Perchè a noi la gente c'ha rottto i coglioni!

* Grazie per la risposta!

– [sghignazzo] ;D

FAtB oggi è in granforma ;D

25 luglio 2011


Non so come si sente un traghetto quando l'onda del mare lo investe.
Si , il mare è una cosa liquida e il traghetto è metallo grosso e pesante, ma il mare deve saper tirare delle sonore sberle in giornate come quella di ieri. Del resto poi  Io non sono un traghetto e quindi a volte la paura delle onde è ancora più giustificata.
Viaggiare in traghetto  ti lascia il tempo di avere pensieri molto lenti, riflessioni sulla scelta di vivere in luoghi generosi e ritrosi, lontani dal "mondo". Le mie paure possono vagare per ore nella consapevolezza che le isole  lontane esistono ovunque.
Ho la testa troppo piena di sogni che non riesco a concretizzare, e in certe giornate i miei pensieri sono troppo assillanti anche pe me.
Solo i pesci che vengono a salutarmi in maniera massiccia scacciano il cicalio della risacca lasciandomi libera di riposare e di non provare paura.
In mezzo al mare con la Corsica a fianco, sogno sbuffi di balene invisibili.

22 luglio 2011


Un disoccupato creativo di nome Travis Broyles ha messo un annuncio su Craigslist di Atlanta. Queste sono alcune delle cose che dice di essere disposto a fare in cambio di denaro: disegnare la vostra faccia su un palloncino, inviarvi un’email con la lista delle 250 cose che lui ama di voi, cambiare schieramento politico, cambiare nome al vostro Pokémon, trattarvi da star per un mese nascondendosi nei cespugli come un paparazzo e fotografandovi di nascosto. Ti consiglio di stilare la tua versione personale di questa lista, Cancerino. Stimolerà la tua fantasia aiutandoti a scoprire quali doni hai da offrire al mondo, proprio come suggeriscono i presagi astrali.

.. O Brenzi, secondo me ti manca poco alle ferie e non sai più che scrivere…
Icchè tu vvoi che ti dica??
Io un lavoro ce l'ho e al momento non devo nemmeno cercarmi modi creativi per tenermelo essendo io stessa il mio capo.
Poi non farei mai certe stronzate per soldi, invece faccio cose ben più serie gratis.

Domenica ritorno di nuovo in Capraia.
Io sorride.
Stasera saranno , spero, stelle buone.
 

21 luglio 2011

Egregi lettori, sto per svelarvi la fine di Herri Spotter, se non volete saperla andate direttamente al prossimo post.
Aurevoir.

Ieri sera alle otto ero pronta col mio sacchetto di poppi autoprodotto per affrontare la tragedia finale, ovvero:
L'ultimo episodio di Spotter.
I più vispi di voi si domanderanno : icchè sono i poppi autoprodotti? Vi risponderò: Hai mai provato a fare i poppi nel microonde.. è granzissimo.. metti dentro il sacchetto e dopo un pochino "pum, pum, pum, spatapumpumpum"
Un profumino riempie la tua cucina e con tre euri ci vai ai cine tre volte.
Arrivo davanti ai cinott'otto e….
E' chiuso.
Ma un 'cera i cine alle otto? C'è scritto suissito..
Un c'è!

Ci ritorno alle nove, faccio la fila all'entrata e mi siedo in sala due posto l10 duedì.
Inizia il film e io apro il mio pacchetto. Accanto mi fanno: shhhhhhhhh
Il film è una noia totale e solo verso la fine quando la spada di grifondoro si rimaterializza e qualcuno potrebbe usarla per aiutare Spotter mi scappa un:  DAAIIII

Il bambino di Melda vicino a me si mette a lidere.
Lide di una povela Fatina indifesa.
8/

Il film finisce con Voldemort che Esplode in millioni di pezzetti di plastica fra l'altro non degradabile[come le buste che continuano a dare alla coppe di levane]..

E io rimango con queste domande:

Ma a Voldemort, il più potente mago d'immondo, un gni riusciva ricostruissi un naso meglio?
Ma Voldemort, i più potente mago d'immondo, s'è fatto fregare da Piton.. uno che ha fatto quello che ha fatto solo per amore…
Ma voldemort, i più grande mago d'immondo, andava ai Bspace a fassi le mani?

Venvia Voldemort…
E venvia anche allo sceneggiatore per aver fatto finire la saga magica più bella della mia tarda adolescenza con un tripudio di vuoto.

Repellum Babbanum
Protego Maxima
Repellum  Ancellam

😉

PIgia qui

 

18 luglio 2011

Mi guardo le mani e sono stanchissima, ho addosso i segni di questi ultimi faticosissimi giorni pieni di molte cose. Da giovedì sera salire sulle colline è stata un abitudine serale, cosi come agganciare le foto alle catenelle e vedere che finalmente in valdarno,  forse anche oltre, si sono accorti del Ne Pas Couvrir. C'è sempre stata tantissima gente e il livello dei concerti è stato buono. Mi sono piaciuti alcuni fra i gruppi minori, poco gli Aucan, molto One dimensional man, moltissimo Marta sui tubi e Bud Spencer Blues Explosion, anzi i bsbe sono stati i miei preferiti di tutto il festival.
Ma ancora di più mi è piaciuto fare la marmellata e sapere che un pezzo di questa estate ci seguirà nell'inverno, e mi è  piaciuto cucinare quella torta di fiori di zucca e patate e poi mangiarla, svegliarsi prestissimo per andare alla festa al mare e sorridere, sorridere tanto.

16 luglio 2011

u can't kil me better

15 luglio 2011

E' iniziato ieri sera il Ne PAS Couvrir. Sono salita sulla collina verso le sei e il caldo era allucinante.
Ho fatto appena in tempo ad attaccare le foto che come di consueto si è messo a piovere. Al ne pas deve sempre fare pioggia.. altrimenti un c'è verso..
E' sempre emozionante il momento in cui ti allontani da quello che di te decidi di mostrare per lasciarlo in balia degli altri. Mi sento sempre molto fragile. E' come lasciare un pezzo di cuore in giro senza istruzioni per l'utilizzo.
Così ho osservato i passanti e i loro sguardi distratti e alcuni osservare da vicino.
Non sono stati molti, ma quell'avvicinarsi era l'atteggiamento giusto.
POi ho scoperto con piacere che nella mia terra ci sono forse più cervelli pensanti di quello che mi immaginavo.
Leonardo Massi ha fatto una bella istallazione, più che altro qualcosa che ha un progetto e un concetto da esprimere, a differenza di molte cose che ho visto che erano l'espressione della mancanza totale di idee..

Il tramonto sulla collina, grazie anche ai residui di nuvole, è stato di una bellezza straziante, così come lo sono la fatica e l'impegno di questi ragazzi che con pochi mezzi riescono a fare una cosa veramente bella nella nostra terra.

E' stata proprio una bella serata 😀


Cancro 21 giugno – 22 luglio

Il primo giudice della corte suprema afroamericano è stato il cancerino Thurgood Marshall, pronipote di uno schiavo. Secondo il film Thurgood, il suo comportamento indisciplinato a scuola l’aiutò a scoprire la sua vera vocazione. Per punirlo, un insegnante l’aveva mandato da solo in uno sgabuzzino a studiare la costituzione, proprio il documento che in seguito sarebbe stato alla base del suo ruolo di giudice. Prevedo qualcosa di simile anche per te nell’immediato futuro, Cancerino. Da un pastrocchio potrebbe nascere un’opportunità. Potresti essere premiato per aver infranto le regole.

O brenzi.. ma icchèt'hai??? e sono diverse settimane che sei monotematico.. devo sempre infrangere qualcosa, sovvertire le leggi del creato etc…
MA ICCHè tu combini?? tanto lo si sà tutti che in fondo l'oroscopo te lo scrivi per te stesso..
E tussei furbo.. ti lavi la cosciiiiiiiennnnzaaaaaa…

Comunque tanto di cappello per l'utilizzo del termine "pastrocchio" che sento molto affine.

14 luglio 2011

Quella Frase che ti hanno detto vorrei poterla sentire ogni giorno anche io, ma non a parole ma a fatti.
E la cosa brutta è che forse mi viene anche detta ma io non riesco a capirla.
A noi ora l'onere di scrivere, di fare, di agire.
A noi l'obbligo di essere umili e fattivi.
Rimbocchiamoci le maniche e i pensieri.

Oggi è il primo lunedì del mondo..


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: