Non so come si sente un traghetto quando l'onda del mare lo investe.
Si , il mare è una cosa liquida e il traghetto è metallo grosso e pesante, ma il mare deve saper tirare delle sonore sberle in giornate come quella di ieri. Del resto poi  Io non sono un traghetto e quindi a volte la paura delle onde è ancora più giustificata.
Viaggiare in traghetto  ti lascia il tempo di avere pensieri molto lenti, riflessioni sulla scelta di vivere in luoghi generosi e ritrosi, lontani dal "mondo". Le mie paure possono vagare per ore nella consapevolezza che le isole  lontane esistono ovunque.
Ho la testa troppo piena di sogni che non riesco a concretizzare, e in certe giornate i miei pensieri sono troppo assillanti anche pe me.
Solo i pesci che vengono a salutarmi in maniera massiccia scacciano il cicalio della risacca lasciandomi libera di riposare e di non provare paura.
In mezzo al mare con la Corsica a fianco, sogno sbuffi di balene invisibili.

Annunci

2 Risposte to “”

  1. qualquna Says:

    Ciao, bello il nuovo template,
    nel mezzo del mare i sogni diventano realtà,
    cari saluti

  2. anonimo Says:

    Navi e mare anche nel tuo post eh? đŸ™‚

    Ciao fata
    Baol

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: