Archive for febbraio 2013

30 Febbraio

26 febbraio 2013

Il mio Fidanzato non è’ uno di quelli da dichiarazioni clamorose con cavalli bianchi, dozzine di rose, anelli da 7 carati. È un tipo cerebrale, le cose che fa ti lasciano il segno. Tipo ieri sera quando con veemenza mi ha detto:

Traferiamoci!!

Il tono era urgente! Mi sono sentita le farfalle allo stomaco, ho visto i cherubini colpirmi il cuore con mille frecce.

– Ma è durato solo un secondo –

.. Giusto il tempo per capire che stava riferendosi a : Trasferiamoci all’estero!

Me tapina! O tàpina!

Quindi?

21 febbraio 2013

Giorni così, in attesa che ne vengano di migliori.
Una chiaccherata fra le verdure molto spontanea e a tratti profonda.
Bello avere approcci così diretti con persone che sento molto affini a me.
I dispiaceri e le difficoltà di questi giorni pesano.
C’era bisogno di .. ora ho bisogno di perdonarmi.. ma tanto so che non ci riuscirò facilmente.. intanto mi sono fissata con masterchef.. e stasera monteranno questo fantomatico armadio del mobile.. 🙂  .. Mobile del Bagno.

Fra poco arriverà il momento di lasciare la mia casa.. e in fondo so che anche questo è uno dei motivi per il quale sono grigia..

Ognuna delle mie personalità sta dando il meglio di se in questo periodo..

Nel 2013 piglio ‘gnicosa

1 febbraio 2013

Voglio far finta che questo non sia un anno di merda perchè in realtà c’avrebbe i numeri per essere un anno veramente epocale per la mia vita.. ma lui, l’anno di merda, lo stramaledettissimo anno di merda dispari, ce la mette tutta per dimostrarsi di merda merda.

Quindi nn bastava aver iniziato l’anno con il mal di schiena più stronzo della mia esistenza e una bella visita nella scena iniziale di ” le conseguenze dell’amore” con tanto di Lali Puna distorta, ma da un paio di giorni per puro caso ho scoperto di avere la pressione minima troppo alta e sono diventata pressofobica.

Oggi:

8.23 121-89 p 62
12,36 133-91 p 79
12,39 147-99 p 82
15,03 130-89 p 92
15,35 124-2 p 76

Poi mi dicono: sei nervosa?E io..

No sie.. è solo l’anno di merda.

E non basta nemmeno Emidio Clementi che con una voce potente e penetrante, gli occhi nascosti da un cappello e dal riflesso delle lenti, a dominare i miei circuiti ematici che evidentemente ne sanno molto più di me delle mie paure.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: