Archive for aprile 2013

Liberiamoci dalla solitudine

24 aprile 2013

Stasera non ci saranno addii al solitariato, e domani nessun vestito bianco.
Probabilmente saremo in tuta e non ci saranno cortei suonanti o pranzi suntuosi.
Questo non toglierà niente alla mia felicità e alla piena consapevolezza dei nostri sentimenti.
Una famiglia insieme è veramente quello che voglio.

Benvenuto per sempre, ci saranno di nuovo stelle filanti e tanti sorrisi.

“Grazie Napolitano, ora bombardaci l’Enel”

23 aprile 2013

I giornali oggi parlano delle Cannonate di Napolitano e io penso che questo “Vecchio Signore” ha molto da insegnare a tutti noi.
Ancora una volta ha messo avanti il senso del dovere, del sacrificio indicando a una Nazione intera quello che bisogna fare.Questa non è la soluzione auspicabile ma ha voluto ribadire che non è sempre possibile attendere che tutte le condizioni ottimali si presentino e più che altro ha voluto sottolineare che non c’è più il tempo per i giochi politici, per chi scalda la poltrona.
BISOGNA agire l’Italia è ben oltre il fondo del barile.
Ci vogliono serietà, obiettivi da perseguire, dedizione e spirito di sacrificio.

Tutto quello che i nostri politici non hanno dimostrato e non stanno dimostrando.

Ma non sono i soli.
Avere a che Fare con Enel, Telecom, Estra e Acqua ti fà capire che molto altro va Ristrutturato qui.

Vi dico solo che stamani, dopo che sono 3 mesi che ho chiesto il nuovo allaccio Enel, sono stata a Montevarchi dove avevo appuntamento con il Dirigente di Zona.

Il dirigente di zona non era in ufficio e si trovata da tutt’altra parte.
La persona che mi ha fissato l’appuntamento è in ferie DA IERI.

Che sia un caso?

 

Pestello

19 aprile 2013

Da sempre definiamo Pestello la casa dei Nonni. “Al Pestello”. In realtà la casa si trova alla Ginestra ma per noi di casa nonèp mai stato troppo importante avere una definizione precisa.Non so perchè.
Con i giorni la Vostra casa sta ritornando in vita. Dopo i fiori stanno arrivando i mobili, i profumi di mangiare nelle stanze, parte della nostra vita. E’ tanto buffo vedere la mia cucina in un’altra casa. E’ stato buffo immaginarsela mentre faceva le valige e camminava lungo la statale per raggiungere la Vostra casa, ogni pezzo sgattaiolare  con corredo a seguito. E’ stato buffissimo osservarla mentre si ri-incastrava tutta alla perfezione. E’ stato buffo ricucinare di nuovo li, con intorno un’altra stanza.
Il sole abbaglia la mia nuova cucina.
In questi primi giorni di estate il tepore entra dalle grandi finestre.
E’ bello stare in questa nuova casa anche se ancora c’è tutto da sistemare.
Domani la giornata sarà spesa a rendere tutto più “in ordine”.
Entro la prossima settimana i nostri progetti diventeranno realtà.

Oggi è un giorno in cui la felicità per i giorni avvenire cancella totalmente il peso per l’infelicità dei giorni trascorsi.

Abbiamo così tanti progetti ancora da realizzare. E io sono piena di grinta e desiderio per raggiungere i nostri traguardi.

L’ultima cena

8 aprile 2013

L’ultima cena in perfetta solitudine. Domani scomparirà una parte importante di questi ultimi 16 anni. Qui dovevo fiorire, la pioggia di oggi ha sparso nel mio giardino i petali del mio susino, il tempo ha fatto lo stesso con i miei. Spero di poter rifiorire, almeno per qualche altra primavera.

20130408-230320.jpg

6.00

5 aprile 2013

Prendere un moment act alle 19.00 e un Coefferalgan 1000 alle 23.00 fa venire il Mal di stomaco appalla. Il raffreddore sussiste oltretutto.
Pace e bene.
Così parló Zarathustra.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: