To be yourself is all that you can do

29/6/12
Era una notte caldissima e le pietre della cavea arroventivano ancora sotto le nostre gambe. Eravamo arrivati tardi e avevamo mangiato una pizza in corsa presa poco fuori dal teatro.
Il cielo era ancora azzurro, la notte faceva capolino da un lato.

Le luci ti hanno incorniciato da solo sul palco. Solo con una rastrelliera di chitarre.

Un concerto indimenticabile. Già mentre lo stavo vivendo sapevo che era uno dei migliori visti in assoluto fra tutti.

Una persona generosa e di grandissimo talento.

Non ci siamo mai conosciuti, ma ho seguito ugualmente il tuo consiglio.

La tua musica è stata veramente tanto importante per me.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: