A house in Paris

E’ buffo come mi manchi. Triste non buffo. Piccola secca persona che non sei altro. Mi sei entrata dentro con il tuo modo veloce di essere inteligente. Non ci capiamo nemmeno per la metà del tempo. A volte telefono e quando parte la tua voce mi spuntano le lacrime, ma non sempre. La nostra ultima telefonata mi fà stare male.
Non è che puoi scomparire così e basta.
Accidenti a te e ai tuoi cappellini brutti.

Stai bene e ritorna che ho un sacco di robe vegetariane da farti mangiare e un sacco di bollicine da stappare.

Stai bene.
Torna, non so nemmeno come hai fatto a lasciare un vuoto così enorme.
snfdbqpfia-emmmt0zdpuujlzdombcazfjh1l9alzq4_grande

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: